Miur

pon fesr

Visite: 406

La più recente legislazione in materia di sicurezza (T.U. 81/2008) pone l’accento sul duplice compito che la scuola è chiamata a svolgere. Essa è infatti:

 

luogo di lavoro per gli operatori della scuola e per gli alunni, ai quali è destinata quella gestione organizzativa che garantisce a tutti di poter svolgere il proprio compito in situazione di sicurezza e nella salvaguardia della salute;

 

ambiente educativo in cui costruire, incidendo direttamente sui comportamenti e sulle coscienze dei bambini, dei ragazzi e dei giovani, quella cultura della sicurezza che deve costituire il fondamento dell’azione quotidiana e dei comportamenti singoli e collettivi.

 

Per tale premessa, l’Istituto Comprensivo di Mirabella Imbaccari assume il tema della sicurezza quale termine di riferimento centrale nell’ambito dei programmi per l’educazione alla salute, per promuovere la cultura della prevenzione dei rischi, per informare/formare sui concetti di prevenzione/protezione, per sviluppare l’abitudine a prevedere (“anticipare”) le possibili conseguenze delle proprie ed altrui azioni o di eventi ambientali, per interiorizzare il “bene salute” come valore di riferimento nelle scelte di vita.

Ogni anno nella scuola si stabiliscono le prove di evacuazione e i percorsi di formazione scelti per l'anno in corso (primo soccorso, antincendio, terremoto..), si diffonde la conoscenza dei piani di evacuazione dell'Istituto, delle figure sensibili e dell'organigramma della sicurezza.

 

Scarica questo file (incaricati per la sicurezza nella scuola 2018-2019.pdf) incaricati per la sicurezza nella scuola 2018-2019.pdf

Scarica questo file (la sicurezza nella scuola.pdf) la sicurezza nella scuola.pdf

Scarica questo file (RAPPORTO EVACUAZIONE CLASSI REV 03 18.pdf) RAPPORTO EVACUAZIONE CLASSI REV 03 18.pdf

Scarica questo file (Registro_controlli_antincendio rev.02 18.pdf) Registro_controlli_antincendio rev.02 18.pdf

Scarica questo file (SCHEDA DEGLI INCARICHI IN CASO DI EVACUAZIONE.pdf) SCHEDA DEGLI INCARICHI IN CASO DI EVACUAZIONE.pdf

Torna all'inizio del contenuto